L’ira cantami, dea, l’ira di Salvatore…

rabbia

Il bello e il brutto del mio lavoro è che non riesco mai a iniziare o concludere quello che programmo il giorno precedente. Va tutto all’aria, perché nello schema ben confezionato irrompono emergenze, visite improvvise e problemi nuovi ai quali dare la precedenza assoluta. Funziona un po’ come in un pronto soccorso. Quel giorno avevo deciso di utilizzare la pausa … Continua a leggere